- 14/01/2016 - Novità

Veicoli commerciali: chiuso il 2015 con un + 12,8%, grazie anche al superammortamento

Forte incremento delle vendite nelle ultime battute del 2015 per i veicoli ad uso commerciale. I dati parlano di valori in positivo per il 12,8% grazie anche all'introduzione del "superammortamento". Previsto un ulteriore aumento del 15% durante il 2016.

Veicoli commerciali: chiuso il 2015 con un + 12,8%, grazie anche al superammortamento
Massimo Nordio, Presidente di UNRAE (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri) ha affermato, in seguito ai dati diffusi dal Centro Studi dell’Unione che: "Come previsto dal nostro Centro Studi, il mercato dei veicoli commerciali ha chiuso l’anno 2015 con 134.234 immatricolazioni, in aumento del 12,8% rispetto allo scorso anno, accelerando la sua crescita negli ultimi due mesi grazie all’introduzione del “Superammortamento” nella Legge di Stabilità”.
 
Dal 15 ottobre 2015 sono state introdotte delle agevolazioni fiscali che hanno portato ad un "ammortamento" del 140% sul costo di acquisto dei beni strumentali, compresi i veicoli da lavoro. A novembre si è registrato un incremento delle vendite, continuato anche a dicembre con una crescita del 29,1% con 14.890 autocarri con ptt fino a 3,5t immatricolati, rispetto agli 11.535 dell'anno precedente. Questo è uno dei dati più significativi dal 2009. Nel periodo gennaio-dicembre 2015, la crescita totale è stata del 12,8% con la vendita di oltre 15.000 veicoli in più rispetto al 2014.

Nordio afferma inoltre: "Con questi presupposti, guardiamo con maggior fiducia all’anno che si è appena aperto e auspichiamo che gli interventi messi in campo dal Legislatore riescano ad imprimere la necessaria accelerazione al rinnovo del parco circolante più vecchio, che a fine 2014 contava ancora quasi un 40% di Euro 0, 1 e 2. Con i benefìci risultanti dal Superammortamento e dalla Legge Sabatini – ha concluso il Presidente ­ stimiamo che nel 2016 potrà determinarsi un’ulteriore crescita del mercato dei veicoli commerciali, pari al 15%”