- 12/12/2014 - Novità  Iveco  Autocarri e furgoni grandi

Iveco ed FPT Industries pronte per la Dakar 2015

Il team Petronas De Rooy Iveco prenderà parte al più importante Rally raid del mondo: la Dakar 2015 che si svolgerà in Sud America nel gennaio 2015

Iveco ed FPT Industries pronte per la Dakar 2015 Vedi altri articoli Iveco L’obiettivo è il podio alla Dakar 2015: sono queste le aspettative del team Petronas De Rooy Iveco che partirà da Buonos Aires il 4 gennaio 2015 per farvi ritorno il giorno 17 dopo 13 interminabili tappe all’insegna di deserti, steppe, fango e condizioni ai limiti del possibile.

Tre sono i veicoli che la Iveco schiererà al via: due Powerstar in versione sleeper cab guidati dall’esperto Gerard De Rooy vincitore nel 2012 e da Hans Stacey giunto primo nel 2007 ed un Trakker Evolution 3 in versione day cab che sarà pilotato da Pep Vila.

La rassegna sudamericana farà da rampa di lancio per pubblicizzare i modelli Iveco nel mondo: oltre ai 3 equipaggi in gara altri 6 Trakker (un 8x8, un 4x4 e 4 6x6) faranno da supporto logistico al team durante le tappe. Tutti i mezzi del team che prenderanno parte alla gara sono equipaggiati con triplo sedile da rally, cinture di sicurezza e roll-bar di protezione. Il motore è il Cursor 13 di FPT Industrial dotato di un’architettura a sei cilindri in linea e tecnologia Common Rail HD di ultima generazione con pressioni di iniezione del gasolio che arrivano fino a 2200 bar. La durezza del raid Dakar 2015 sarà un duro banco di prova per i propulsori che saranno sottoposti a prove di durata in condizioni estreme di temperatura e quota.

L’elenco partenti della Dakar 2015 consta di 414 veicoli divisi nelle diverse categorie 64 dei quali prenderanno parte alla gara per i camion. Il percorso che si snoderà tra Argentina, Cile e Bolivia sarà leggermente differenziato per le varie categorie. La gara verrà proposta in diretta sul sito ufficiale Iveco dove saranno disponibili anche informazioni tecniche sui veicoli, un’ampia foto e videogallery; sarà inoltre possibile interloquire tramite social network Facebook, Twitter e Youtube.