- 21/06/2012 - Test drive  Isuzu  Pick up e Fuoristrada

Isuzu D-Max: prova su strada del rinnovato pick up

Test su strada del pick up D-Max, disponibile con un turbodiesel di 2.5 litri da 163 CV. Prezzi dai 16 ai 30 mila euro

Isuzu D-Max: prova su strada del rinnovato pick up Vedi altri articoli Isuzu Sul mercato italiano si vendono ogni anno 6.800 pick-up, veicoli utilizzati per lo più per lavoro e in minima parte per snob. Sono formati da una cabina a 2 o a 5 posti e da un cassone posteriore per il trasporto delle cose. Sono i giapponesi, in questo settore, a dettar legge. Infatti, mentre qualche anno fa a farla da padrone era la Mitsubishi, ora il mezzo più gettonato è il Nissan Navara, seguito dalla Casa dei Diamanti, dalla Isuzu, dalla Toyota e dalla cinese Great Wall.

Isuzu però non si accontenta di occupare il terzo posto della classifica ed è bene intenzionata a risalire la china con un prodotto rinnovato, l'Isuzu D-Max, un pick-up nato nel 2003 e che ora è stato completamente rivisto: nella linea, ma soprattutto nella meccanica. “Attualmente – ci dice l'amministratore delegato Giancarlo Mirandola, titolare della “Midi Europe” di Cerea in provincia di Verona, che importa dalla Thailandia, dove viene costruito il D-Max per distribuirlo sul mercato italiano, ma anche francese, svizzero e spagnolo – deteniamo nel nostro Paese l'11% di quota di mercato con 720 esemplari venduti nel 2011, ma puntiamo ad ottenere addirittura il 20% di penetrazione. Il nostro avversario è la Nissan, ma a livello europeo il nemico numero 1 è Toyota. Attualmente Isuzu costruisce 400 mila pick-up da distribuire in tutto il mondo, ma vuole raggiungere il traguardo delle 500 mila unità entro il 2015”.

Perché tanta fiducia nel rinnovato Isuzu D-Max? Innanzittutto perché il costruttore detiene il dna dei veicoli da lavoro essendo anche espertissimo nel realizzare veicoli pesanti. E poi perché è un veicolo moderno, costruito, venduto e utilizzato da veri professionisti che apprezzano le sue doti.
Vale a dire consumi contenuti (nel misto brucia litri 7,4 ogni 100 km), ottime prestazioni (arriva perfino a toccare i 180 km/h), con un occhio particolare all'ambiente e alla sicurezza di guidatore e passeggeri ma anche per i pedoni. Rispetto al precedente modello, che era disponibile con due motori, un turbodiesel 2 litri e uno da 2.5 litri, il D-Max 2012 adotta solo il propulsore più potente ma migliorato sensibilmente perché più attento ai consumi e alle emissioni nocive, pur mantenendo le stesse prestazioni. Questa unità motrice Euro 5 da 163 cavalli e 400 Nm di coppia ha tecnologia common rail,  è dotato di filtro antiparticolato ed è abbinato a un cambio manuale a 6 marce e a una trasmissione automatica a 5 rapporti.

Il nuovo pick-up della Isuzu prima di essere immesso sul mercato è stato sottoposto a test particolarmente selettivi con 4 milioni di km, come dire 100 giri attorno alla terra. Rispetto al vecchio modello sono state anche modificate le sospensioni con il risultato di ottenere una maggior guidabilità e maneggevolezza. Lo si è notato in modo particolare nel corso del nostro impegnativo test su un percorso di fuoristrada ricavato in una tenuta  collinare nei pressi di Madrid.

Alla guida del D-Max ne abbiamo combinato di tutti i colori, ma il mezzo non si è scomposto. Ci siamo inerpicati su salite impossibili seguite da discese vertiginose su fondo sterrato viscido dalla pioggia; rampe in diagonale, ponti realizzati con tronchi d'albero, guadi. Il veicolo ne è sempre uscito alla grande.

Esteticamente il D-Max presenta una linea aggressiva ed è più lungo e quindi con interni più spaziosi. La gamma, piuttosto vasta, è formata da quattro versioni: Satellite, Planet, Solar e Quasar (queste ultime due saranno le più gradite agli italiani), da tre cabine, a 2 e 5 posti e la cabina space un po' più ampia della cabina a 2 posti con un pannello di accesso laterale.
Anche le trazioni sono due: anteriore e 4x4. E il prezzo? Secondo i dirigenti della “Midi Europe” è concorrenziale e va dai 16 ai 30 mila euro, Iva esclusa. In Italia lo si può trovare nelle oltre 50 concessionarie Isuzu. 
Quest'ultimo pick-up giapponese ha un'utilizzazione molto flessibile: il cliente tipo è infatti l'artigiano ma anche un utente normale con necessità di raggiungere destinazioni impervie. Ultimamente è diventato anche il mezzo di primo soccorso della Protezione civile e dei vigili del fuoco, ma anche dei Comuni montani che lo attrezzano con spargisale o addirittura spartineve.