- 30/03/2012 - Novità  Pick up e Fuoristrada

Toyota Hylux conquista l'Antartico

La più lunga spedizione nella storia delle esplorazioni polari, con oltre 70.000 km percorsi in quattro mesi a bordo del pick up giapponese

Toyota Hylux conquista l'Antartico Tre Toyota Hylux sull'Antartico
Il colosso giapponese ha portato sull'Antartico tre modelli del suo noto pick up, preparato dalla Arctic Trucks, gli specialisti islandesi della conversione 4X4, per affrontare le superfici e le condizioni più estreme.
Le tre unità Hilux hanno stabilito un nuovo record mondiale dopo aver coperto 9.500 km ciascuna
Preparata dalla
Stesso motore diesel 3.0 D-4D e stessa trasmissione, per dimostrare la qualità, la durata e l’affidabilità leggendarie di Hilux

Oltre 70 mila km percorsi dal pick up Hilux
Toyota Hilux, già famoso nel mondo per la sua capacità di affrontare le sfide più estreme, ha iniziato a scrivere un nuovo capitolo nella storia delle esplorazioni polari, riuscendo a coprire oltre 70.000 km in uno degli ambienti più freddi ed ostili del mondo.
La parte più impegnativa del programma Antartico è stata quella del doppio attraversamento transcontinentale organizzato dalla Extreme World Races. Il nuovo record mondiale è stato stabilito da tre unità Hliux, incluse due versioni 6x6, che sono riuscite a coprire 9.500 km ciascuna. Con una distanza totale pari a quasi 30.000 km, questo viaggio è diventato il percorso antartico più lungo mai realizzato nella storia.

Spedizione Hylux partita a novembre
Da Novembre 2011 fino a Febbraio 2012, un team attrezzato con dieci unità di Toyota Hilux è stato incaricato della creazione di un deposito di carburante, dell’installazione di una stazione meteorologica e dell’aiuto alle spedizioni scientifiche e all’organizzazione di una competizione sciistica.
Per poter affrontare le condizioni di guida assolutamente estreme della zona antartica, con temperature che scendono fino a -50°C, altitudini oltre i 3.400 metri e l’ambiente di guida più selvaggio che sia possibile immaginarsi, tutti i veicoli sono stati preparati dagli specialisti islandesi del team di conversione 4x4 Arctic Trucks. Le modifiche prevedevano l’integrazione di una gru per il sollevamento dei materiali più pesanti, l’utilizzo di carburante Jet A-1 per la rigidità delle temperature, un serbatoio con capacità di 280 litri (800 litri per i veicoli 6x6), la revisione delle sospensioni e della trasmissione, equipaggiamento per cingolati e l’impiego di pneumatici extra large con pressione fino a 2-3 psi (i pneumatici standard di Hilux hanno una pressione di 2.9 psi), per una superficie di aderenza superiore di circa 17 volte rispetto a quella degli pneumatici standard.

Motore standard del Toyota Hylux
Il fatto che il motore diesel 3.0 D-4D e la trasmissione non abbiano subito alcuna modifica in vista della spedizione è la prova degli straordinari livelli di qualità, durata ed affidabilità di Hilux.
Hilux ha affrontato i 70.000 km della spedizione con prestazioni eccellenti e senza il minimo problema tecnico.
Venduto in oltre 135 paesi e leader mondiale del segmento pick-up, Hilux è riuscito quindi ancora una volta a superare i limiti della guida endurance in condizioni estreme.

Seconda impresa del pick-up Hylux dopo il vulcano
Il Toyta Hylux ama le situazione difficili e gli ambienti ostili. Infatti nel 2010 aveva compiuto un'altra impresa, arrivando alla vetta innevata del vulcano finlandese Eyjafjallajökull.
Nello specifico il 25 marzo 2010, pochi giorni dopo l’inizio dell’attività dell’Eyjarfjallajökull, due Hilux hanno trasportato gli specialisti dell’Ufficio Meteo Islandese sulle varie estremità intorno al vulcano per installare tutta la loro attrezzatura scientifica. Questa strumentazione ha permesso agli scienziati di monitorare i movimenti del magma all’interno del vulcano, e ha consentito di prevedere la potenza e la durata dell’eruzione.