- 16/01/2012 - Camion

Iveco vince la Dakar 2012

Il Team Petronas De Rooy ha vinto il rally con l’olandese Gerard De Rooy, alla guida di un Iveco Powerstar. Secondo l'altro Iveco Trakker Evolution 2 di Hans Stacey

Iveco vince la Dakar 2012 Iveco Powester vince la Dakar 2012
Con un primo, secondo e sesto posto nella classifica generale dei veicoli pesanti della 33a Dakar, Iveco si impone nel più importante rally del mondo, al quale hanno partecipato quest’anno gran parte dei costruttori europei e asiatici.
Il Team Petronas De Rooy Iveco ha infatti vinto il rally con l’olandese Gerard De Rooy, alla guida di un Iveco Powerstar, un camion prodotto e commercializzato da Iveco in Australia. L’Iveco Powestar è dotato di un motore FPT Industrial C13, con più di 900 Cv, e di componentistica Magneti Marelli.

Iveco primo, secondo e sesto  alla Dakar 2012
Alle spalle di De Rooy, gli altri piloti del team, Stacey e Biasion sono stati alla guida di due Iveco Trakker Evolution 2, equipaggiati con lo stesso motore. I tre veicoli, adattati alle condizioni ambientali estreme del rally, erano di serie e ottimizzati per prestazioni a elevata efficienza energetica.

Iveco alla Dakar 2012
La Dakar ha rappresentato per Iveco una grande opportunità per confermare l’affidabilità dei suoi prodotti in azione: ogni singolo mezzo è stato messo a dura prova in situazioni estreme attraverso tre grandi paesi del Sud America. La corsa, infatti, partita il 1° gennaio da Mar del Plata, ha attraversato Argentina, Cile e Perù, in una gara in linea di 14 tappe, per un totale di 8.500 chilometri, dei quali circa 4.200 cronometrati.
L’Amministratore Delegato di Iveco, Alfredo Altavilla, ha commentato: “La partecipazione di Iveco alla Dakar 2012 mirava a confermare ancora una volta l’eccellente affidabilità dei camion Iveco e dei motori FPT Industrial. Lo straordinario successo ottenuto vincendo e portando al traguardo tre camion di serie nei primi sei posti testimonia le caratteristiche di efficienza, robustezza e sicurezza del Trakker e del Powerstar, già considerati dai clienti come la soluzione ideale per l’impiego quotidiano e per le prove più impegnative. Un grazie particolare va ai piloti e a tutti gli altri membri della squadra per la determinazione e dedizione che hanno dimostrato”.