- 13/01/2012 - Novità  Van

UNRAE stima le immatricolazioni veicoli commerciali dicembre 2011

Per l'UNRAE è necessario intervenire con un solido programma a vantaggio del credito. Nel 2011 i veicoli commerciali hanno registrato una flessione del 6,1%

UNRAE stima le immatricolazioni veicoli commerciali dicembre 2011 Mercato veicoli commerciali in flessione nel 2011
Il mercato dei veicoli commerciali (autocarri con peso totale a terra fino a 3,5 t) archivia l’anno 2011 con una flessione complessiva del 6,1% e 170.634 veicoli immatricolati, come a suo tempo previsto dal Centro Studi dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere in Italia.
Infatti, dalle stime elaborate dallo stesso Centro Studi, gli autocarri venduti sul mercato italiano nel corso del secondo semestre hanno registrato una significativa contrazione, derivante dal -7,5% del 3° trimestre e ulteriormente peggiorata nel 4°, con un -12,1%.
Nel solo mese di dicembre, inoltre, tale flessione si è attestata addirittura al 14,4% con 11.978
veicoli immatricolati rispetto ai 13.991 dello stesso periodo dello scorso anno.

Pianali e cassoni i più penalizzati
“Dell’andamento negativo del mercato – afferma Gianni Filipponi, Direttore Generale dell’UNRAE - ne hanno risentito maggiormente i veicoli allestiti, in particolare pianali e cassoni, strettamente legati al settore dell’edilizia e delle ristrutturazioni, comparto fortemente colpito dalla grave situazione macroeconomica”. “A ciò – prosegue il Direttore
Generale – si aggiungono le difficoltà legate alla stretta creditizia, attuata da banche e finanziarie, che hanno compresso ulteriormente il business e le potenzialità di acquisto delle aziende clienti”.
“Le prospettive per l’anno 2012 – conclude Filipponi – indicano un mercato dei veicoli commerciali in ulteriore flessione, con circa 160.000 unità (-6,2%). Per stimolare la domanda riteniamo necessario intervenire con un solido programma strutturale a vantaggio del credito alle imprese”.
L’Associazione ritiene, altresì, importante stimolare la domanda di veicoli elettrici, tipicamente destinati alle city delivery delle grandi città, con evidenti benefici in termini ambientali.