- 12/11/2010 - Novità  Van

Segmenti veicoli commerciali

Come orientarsi tra i vari segmenti dei veicoli commerciali venduti in Italia, in modo da scegliere quello che meglio risponde alle esigenze della propria attività

Segmenti veicoli commerciali

Vi proponiamo una breve analisi dei vari segmenti che vanno a comporre l'offerta di veicoli commerciali per il mercato italiano. Una sintetica guida utile per districarsi tra le numerosissime xombinazioni possibili riguardo ad esempio i motori ma soprattutto le carrozzerie disponibili, capaci di incontrare le esigenze più disparate.

Van
Si tratta di veicoli commerciali strettamente derivati da autovetture destinate al trasporto di persone. Sono esteticamente riconoscibili per i finestrini posteriori e lunotto in lamiera o plastica nera. All'interno possiamo notare l'assenza del divano posteriore e di tutto il resto delle plastiche di arredamento, in modo da ottenere un vano di carico il più regolare possibile. La cabina di guida, con due posti e praticamente identica alla versione per il trasporto passeggeri, è separata da vano di carico attraverso una paratia fissa in lamiera o una griglia metallica non amovibile. (es. Panda van, Punto van, Corsa van, Fiesta van ecc.)

Mini cargo
Sono piccoli veicoli con carrozzeria monovolume, due comodi posti (guida + passeggero) ed un vano di carico molto grande in relazione alle contenute dimensioni esterne: l'alto profilo del tetto garantisce infatti una capacità di tutto rispetto, pari a circa 2,5 metri cubi ed adeguata per piccole consegne in ambito urbano ove l'agilità del mezzo è una critica condizione di efficienza. Quasi tutti i costruttori offrono oltre alla versione ad uso commerciale anche una variante per il trasporto passeggeri. (es. Nemo, Fiorino, Bipper, Kangoo compact, ecc.)

Furgonette
Spesso nascono da un progetto congiunto che vede una versione passeggeri a cinque o sette posti e la variante commerciale lamierata con due posti e vano di carico. La lunghezza complessiva può toccare i 4,5 metri. Il vano di carico, ampio e regolare, offre una capacità di carico importante. La categoria firgonette offre il miglior compromesso tra capacità di carico e facilità di guida, ancora sovrapponibile a quella di un'autovettura. (es. Berlingo, Doblò, Partner, ecc.)

Furgoni medi (peso fino a 3,49 tonnellate)
Possono essere condotti con la semplice patente B in quanto la massa complessiva non supera le 3,5 tonnellate. Sono disponibili in innumerevoli versioni ed allestimenti, in modo da soddisfare le più disparate esigenze. Sono i mezzi che più si prestano ad allestimenti speciali come quello frigo. Possono avere tre, sei o nove posti, con ovvia variazione della capacità di carico. (es. Jumpy, Scudo, Vivaro, Trafic, Transporter, ecc.)

Furgoni grandi (peso pari a 3,5 tonnellate)
Necessitano di patente C in quanto superano le 3,5 tonnellate. Per la guida di questi autocarri il conducente deve avere 21 anni oppure un'età inferiore, ma solo se in possesso della Carta di Qualificazione del Conducente (C.Q.C. merci), conseguita a seguito del corso completo da 280 ore. È quindi consentita la conduzione di grossi autocarri, trattori stradali, di mezzi d'opera. È inoltre consentita la conduzione di autoveicoli trainanti rimorchi di massa non superiore a 750 kg. (es. Jumper, Ducato, Sprinter, Movano, Master, ecc.)

Pick up e fuoristrada (4x2 e 4x4)
Veicoli da lavoro ideali per attività in luoghi impervi o caratterizzati da condizioni meteo avverse, come ad esempio zone montuose con frequenti precipitazioni nevose. Le versioni pick up sono versatili mezzi da cantiere. Per raggiungere cantieri o luoghi di consegna con semplice sterrato sono disponibili anche le versioni 4x2, con assetto rialzato ma prive di trazione integrale: in questo modo si riducono costi d'acquisto, e si risparmia sul carburante, potendo contare comunque su un mezzo molto robusto. (es. L200, Strada pick up, Defender, Navara, Actyon sport, ecc.)