- 20/09/2011 - Novità

Salone del Camper 2011: oltre 120.000 visitatori

Per l'APC bisogna fare sistema per la crescita del turismo en plein air. La seconda edizione del salone del camper è stato visitato oltre 120.000 visitatori

Salone del Camper 2011: oltre 120.000 visitatori Fare sistema, il metodo per l'Associazione Produttori Caravan e Camper
“Abbiamo concluso questa seconda edizione del Salone del Camper con risultati molto soddisfacenti nonostante il momento congiunturale poco favorevole. La manifestazione si è confermata essere un grande appuntamento non solo per il turista che ha già scelto il “plein air” come stile di vita ma anche per quel pubblico che cerca nuove opportunità di vacanza ed è interessato ad avvicinarsi a questo tipo di turismo. Un visitatore, quindi, più attento e appassionato, alla ricerca del mezzo più adatto alle proprie esigenze e  allo stile di vacanza che più lo rappresenta.” -  Questi i commenti di APC (Associazione Produttori Caravan e Camper) e Fiere di Parma, organizzatori del Salone del Camper che si chiude oggi a Parma e che ha superato i 120.000 visitatori. “E lo testimonia anche il successo che hanno registrato le due iniziative proposte in nove giorni di fiera: i 1.000 voucher inizialmente proposti per un weekend in camper a soli 99 euro sono stati aumentati del 40% per la forte richiesta e sono stati oltre 400 i test drive effettuati”.
“Il Salone del Camper – ha dichiarato Paolo Bicci, Presidente dell’Associazione Produttori Caravan e Camper e del Gruppo Produttori Veicoli per il Tempo Libero-ANFIA – si conferma a livello nazionale ed internazionale un appuntamento da non perdere per il settore e per la nostra Associazione un momento di dialogo e confronto con i turisti en plein air attuali e potenziali che, anche quest’anno, hanno dimostrato vivo interesse con la loro partecipazione. Anche a partire dall’analisi delle richieste emerse in queste giornate continueremo a lavorare, insieme agli altri operatori della filiera, soprattutto sul fronte delle relazioni istituzionali per dare maggiore rappresentatività al comparto industriale e più voce al turismo en plein air. Un modo nuovo di fare turismo che, di anno in anno, dimostra di essere, sempre più ecologico, sostenibile ed accessibile 365 giorni all’anno”.

I  numeri del Salone del Camper 2011
Una “vetrina” di oltre 150.000 mq complessivi,  di cui 45.000 mq netti occupati (+12% rispetto al 2010) per un totale di oltre 320 espositori e 650 veicoli ricreazionali esposti. Ma il Salone del Camper non è stato solo una grande e prestigiosa esposizione ma anche un momento di confronto e collaborazione tra i diversi soggetti che partecipano e contribuiscono allo sviluppo di un settore, quello del turismo plein Air, che è già importante ma può diventare strategico per il nostro paese. Infatti l’Italia è un paese produttore ed esportatore di veicoli ricreazionali e vanta una storica tradizione manifatturiera e, sul piano Turistico, il nostro paese ha visto negli ultimi 10 anni un costante sviluppo del segmento all’aria aperta che nel 2010 ha raggiunto quasi i 5 milioni di arrivi, 2,6 dei quali provenienti dall’estero, per un totale di 45 milioni di presenze annue che contribuiscono attivamente al saldo valutario del paese per 1,2 miliardi. Come confermano anche i dati della ricerca CISET effettuata dall’Università Ca’ Foscari di Venezia E’ stata una crescita anche qualitativa testimoniata dal costante innalzarsi della spesa media. Addirittura nel 2010 la spesa media giornaliera del turista Plein Air è cresciuta del 5,2 %, ovvero ad un tasso triplo rispetto alla media di settore, e  quindi è arrivata a 55 € al giorno rispetto agli  87 € del turista tradizionale.
Il ricco programma di convegni e incontri aperti al pubblico, oltre a riunioni aziendali, hanno costituito importanti momenti di confronto e riflessione sul settore contribuendo a confermare il ruolo del Salone del Camper quale piattaforma ideale e significativo appuntamento annuale per “fare sistema”  e contribuire allo sviluppo del turismo “en plein air”.
La presenza della stampa nazionale e internazionale, con circa 200 giornalisti accreditati durante i 10 giorni di manifestazione, ha fatto da eco contribuendo all’informazione “day by day” del Salone del Camper. E lo spirito internazionale della manifestazione è stato testimoniato anche dalla presenza di una delegazione cinese composta da dealer fortemente interessati all’acquisto di veicoli ricreazionali e che ha individuato nel Salone del Camper di Parma il format ideale per uno sviluppo nel proprio territorio del settore turistico.

La soddisfazione di Fiere di Parma
“Il turismo all’aria aperta ha visto una costante crescita nel nostro paese, – ha commentato Antonio Cellie, Amministratore Delegato di Fiere di Parma -  e può diventare un driver rapido e “sostenibile” di sviluppo – del settore produttivo e del turismo – anche a breve e con tassi di investimento ridotti. Durante il salone abbiamo presentato una simulazione econometrica che dimostra come un’area di sosta attrezzata per camper ha un ritorno economico per il territorio 5 volte superiore rispetto una infrastruttura ricettiva tradizionale (es. Hotel). Inoltre l’ impatto ambientale del turista plen air è 1/3 rispetto a quello tradizionale e quindi compatibile con le destinazioni Italiane caratterizzate spesso da un patrimonio ambientale e monumentale “delicato”;  Il Salone del camper da 2 anni riesce sia a riunire turisti che già hanno scelto questo tipo di vacanza sia ad avvicinare e appassionare un pubblico proiettato verso il turismo en plein air grazie al fondamentale contributo di tutti gli “attori del sistema” che – ognuno per la sua parte – stanno investendo e sviluppando, anche in una chiave internazionale, questa particolare filiera dell’offerta turistica. Sono questi i presupposti che hanno confermato il Salone del Camper di Parma, al suo secondo appuntamento, al secondo posto in Europa per dimensioni dopo Dusseldorf; un Salone che può puntare però in breve tempo ad una leadership qualitativa per il livello di entertainment che garantisce al visitatore grazie anche ad un palinsesto ed un terroir straordinari.”
L’appuntamento con la terza edizione del Salone del Camper è dall’ 8  al 16 Settembre 2012 a Parma.

Il Salone del Camper 2011 in cifre
- 145.000 mq globali:
- 320 espositori di tutta la filiera (veicoli ricreazionali, accessori, destinazioni, servizi, associazioni, editoria, ecc) su 45.000 mq netti
- 210.000 mq di parcheggi: 300 piazzole attrezzate
- 3.500 posti a sedere negli 8 punti ristoro
- 10 bar con oltre 4.000 mq di aree di ristoro
- 15.000 biglietti venduti on-line
-1.400 voucher  “Vieni al Salone ed esci in Camper a 99 euro”
- 400 Test Drive
- 1.800 mq “Spazio Bimbi”
- Spazio MobilityDog
- 150 eventi distribuiti in 9 giorni al Salone e sul territorio
- Contemporaneità con il Festival del Prosciutto di Parma