- 27/05/2011 - Novità  Van

Nel primo quadrimestre del 2011 cresce il mercato dei veicoli commerciali (+13,6%)

Inizio d'anno molto positivo in Europa per quanto riguarda le immatricolazioni di veicoli commerciali (+13,6%), mentre l'Italia purtroppo peggiora (-3,5%)

Nel primo quadrimestre del 2011 cresce il mercato dei veicoli commerciali (+13,6%) Anche ad aprile si conferma in crescita il mercato europeo dei veicoli commerciali (intesi come commerciali leggeri, veicoli industriali ed autobus), con dati piuttosto incoraggianti che provengono dalla gran parte dei paesi del vecchio continente, ma purtroppo non dall'Italia.
Secondo l'Acea (Associazione dei Costruttori Europei di Autoveicoli), ad aprile 2011 vi sono state ben 163.953 immatricolazioni, il 9,3% in più rispetto al 2010, mentre il numero totale di registrazioni dall'inizio dell'anno è di 681.567, con un incremento quindi del 13,6% rispetto allo scorso anno.
Un trend positivo che prosegue quindi quello del 2010, dopo che invece il 2009 era stato l'anno orribile delle immatricolazioni dei veicoli commerciali, e questo a causa della crisi globale che all'epoca aveva investito il pianeta. Andando però ad analizzare l'Italia, dove nel 2009 il calo fu del 24,6% rispetto all'anno precedente, notiamo come il 2010 sia stato un anno tutto sommato positivo con un recupero del 5,4% che non si può definire eclatante ma è comunque significativo. Ecco che purtroppo però in questo primo quadrimestre del 2011 arriva un altro calo, questa volta del 3,5%, dato che non fa presagire nulla di buono. Anche all'interno di questo dato però dobbiamo scorporare i numeri, notando come i veicoli commerciali leggeri siano calati del 5,9% mentre veicoli industriali ed autobus salgono entrambi, rispettivamente del 16,4% e del 36,4%.