- 25/05/2011 - Novità  Autocarri e furgoni medi

Mercedes Vito E-Cell Challenge Bibendum

Il furgone ecologico Mercedes Vito E-Cell si aggiudica il riconoscimento "Design Award" durante l'eco-gara Michelin Challange Bibendum

Mercedes Vito E-Cell Challenge Bibendum Mercedes Vito E-Cell è un apripista tra i veicoli commerciali ecologici: questo primato è stato riconosciuto durante il Challenge Bibendum 2011, manifestazione presso la quale Vito è stato incoronato con il "Design Award". Vito E-Cell è il primo commerciale elettrico prodotto in serie dalla casa tedesca. Il nuovo Vito E-Cell elettrico, dotato degli ultimi aggiornamenti estetici, sarà costruito in 100 esemplari entro la fine del 2010, mentre sono previste 2000 unità nel 2011. La distribuzione dei veicoli partirà dalle città di Berlino e Stoccarda ed in Spagna: i primi 100 veicoli saranno utilizzati per 4 anni ed 80.000 km con una formula di noleggio, per raccogliere dati sul loro utilizzo. Il nuovo Vito ad alimentazione elettrica sarà particolarmente indicato per l’uso nei centri urbani, dove spesso ci sono divieti legati alle emissioni di Co2. Oltre ad un aiuto all'ambiente, chi sceglie Mercedes Vito E-Cell, aiuterà sensibilmente anche il suo portafogli, visto e considerato che si riuscirà ad ottenere un risparmio che va da 4 a 7 volte rispetto alle stesse versioni però con propulsore diesel. L’autonomia del Vito E-Cell è di 130 km, mentre la velocità massima è limitata ad 80 km/h, ulteriore stimolo all’uso quasi esclusivamente urbano. Per quanto riguarda la portata, questa rimane fissa a 900 kg di merce; uguale a quella registrata per la verisone diesel. Operatività totale quindi, Vito E-Cell non è uno sterile manichino da salone ma una solida realtà.

Cuore ad emissioni zero per il sofisticato Mercedes Vito E-Cell protagonista del Challange Bibendum

Il propulsore elettrico eroga una potenza massima di 70 Kw ed una coppia di 280 Nm ed è abbinato ad una trasmissione monomarcia con trazione anteriore, mentre i modelli con propulsori endotermici mantengono quella posteriore. Le batterie agli ioni di litio da 36 kwh si trovano sotto al vano di carico, dove normalmente alloggiano albero di trasmissione e serbatoio, in modo da non rubare spazio nel vano stesso. I 16 moduli, per un totale di 192 celle, sono controllati da un sistema che ne ottimizza il consumo e la ricarica, rendendo effettivamente disponibili solo 32 Kwh e sono raffreddati ad acqua. La ricarica totale delle batterie richiede solamente 6 ore, e si effettua con i caricabatterie di bordo con reti da 380/400 Volt; mentre il tempo può raddoppiare usando la linea casalinga da 230 Volt. Il sistema Smart Charge Communication Unit (SCCU) permettte di selezionare le fasce orarie più convenienti per l’acquisto di energia, sia sul singolo veicolo sia centralizzando il controllo da remoto con un computer per le flotte aziendali.