- 03/02/2011 - Camion  Renault  Autocarri e furgoni grandi

Renault Trucks soddisfatta dal Premium Distribuzione Hybrys Tech

Bilancio positivo dai test del Gruppo Colas dopo poco più di sei mesi e oltre 12.000 chilometri di utilizzo

Renault Trucks soddisfatta dal Premium Distribuzione Hybrys Tech Vedi altri articoli Renault

Il veicolo ibrido di Renault Trucks Premium Distribuzione Hybrys Tech è in prova da poco più di sei mesi presso il Gruppo Colas e, dopo 12.000 chilometri di utilizzo in condizioni reali di esercizio, il primo bilancio e più che positivo. Infatti durante questo periodo di prova si è registrata una riduzione del consumo di oltre il 20%, inoltre anche gli autisti hanno apprezzato il veicolo per la sua flessibilità d'impiego, la guida riposante, l’assoluta mancanza di rumore.

Il Gruppo Colas ha appoggiato fin dall’inizio Renault Trucks nello sviluppo della tecnologia ibrida utilizzando questo veicolo ibrido per le consegne nei dintorni di Lione da aprile 2010 con una media di 6 viaggi al giorno e 9 tonnellate di carico utile. L’ibrido di Renault Trucks ha trasportato quotidianamente 54 tonnellate di merci in un raggio di 40 chilometri.
Le informazioni fornite dal personale del Gruppo sono state preszione per il costruttore francese per rendere più affidabile il sistema ibrido e per sviluppare il mezzo.
I dati raccolti riguardano la tecnica pura e le sensazioni degli autisti: in effetti, le simulazioni a computer o su pista non potranno mai sostituire gli insegnamenti di coloro che, in condizioni reali, utilizzano giornalmente il veicolo.
"Quando si è fermi al semaforo, nessun rumore, zero vibrazioni e gas di scarico - spiega Gilles Vaillé, Direttore delle attrezzature per il sud/est francese del Gruppo Colas - è molto piacevole per gli autisti e soprattutto per gli abitanti delle zone attraversate".
Un'impressione confermata da Marc Privas, autista da 33 anni, che, stupito dall'effetto sui clienti, dichiara: "Effettuare manovre senza il minimo rumore sia presso i clienti, sia in città è sorprendente; la gente, per questo, ci pone un sacco di domande sul mezzo e tutto ciò migliora i rapporti con gli stessi!".

Il Renault Premium Distribuzione Hybrys Tech offre, oltre alla riduzione dell'inquinamento acustico, un drastico calo dei consumi, come hanno potuto costatare sia gli autisti, sia i responsabili dei parchi: "I primi dati, raccolti su circa 10.000 km d'impiego per la consegna di granulati attorno a Lione, dimostrano un'economia di carburante del 24% rispetto ad un veicolo equivalente con cambio manuale - conferma Didier Fracchetti, Vicedirettore delle attrezzature per il sud/est francese del Gruppo Colas - ossia una percentuale superiore a quanto annunciava Renault Trucks alla consegna del veicolo".

Se all'inizio l'ibrido sorprende, poi ci si fa subito la mano anticipando un po' di più le manovre che con un diesel classico mentre il cambio robotizzato ed il silenzio del veicolo, in propulsione elettrica, sono molto gradevoli. Oltre a essere più maneggevole e meno rumoroso, offre una guida più dolce. Inoltre, gli autisti hanno trovato una buona sincronizzazione tra il motore elettrico e quello termico.
La collaborazione con Colas ha aiutato molto Renault Trucks nei suoi piani di lavoro: ad esempio, il passaggio dal motore elettrico al diesel è stato migliorato ed è stato svolto un grosso lavoro sul servosterzo elettrico. Il prossimo inverno, verrà messo l'accento sul funzionamento dell'avviamento a freddo.

Il Renault Premium Distribuzione Hybrys Tech in servizio è stato sviluppato sulla base del Renault Premium Distribuzione in configurazione 4x2 con cassone ribaltabile. Esso è dotato di un motore diesel DXi 7 Euro 5 da 310CV, associato ad un motore elettrico, di un cambio Optidriver+ e di un blocco elettrico situato nel passo e comprendente le batterie di trazione, l’elettronica di comando, i circuiti di distribuzione della potenza e il sistema di raffreddamento.

La tecnologia ibrida detta "parallela" accoppia un motore termico ed un motore elettrico, che forniscono potenza alle ruote secondo diversi scenari di ripartizione (entrambi in parallelo o separatamente).
Il principio di questa tecnologia sviluppata da Renault Trucks è semplice: l’energia cinetica, prodotta dal veicolo durante le frenate o le fasi di decelerazione, viene recuperata e trasformata in elettricità; è allora immagazzinata nelle batterie di trazione che funzionano così in totale autonomia e non hanno quindi bisogno di essere ricaricate.

Renault Trucks, per dare migliore visibilità a questi mezzi dalla propulsione alternativa, ha riunito i veicoli ibridi, elettrici e a metano, sotto il marchio Clean Tech con un apposito fregio sulla carrozzeria.
Il Costruttore ha anche dato inizio all'attribuzione di tale marchio alla propria rete di riparatori per garantire ai clienti la qualità di service abbinata a queste nuove tecnologie, in particolare, in termini di competenze, formazione dei team o impiego di attrezzi specifici.