- 30/10/2007 - Test drive  Tata  Pick up e Fuoristrada

Tata Xenon – Test Drive

L'essenza del value for money

Tata Xenon – Test Drive Vedi altri articoli Tata

Tata Xenon – Test Drive. Palazzo Arzaga – Ormai ci siamo abituati a provare qualsiasi vettura su asfalto, visto che anche la grande maggioranza dei moderni SUV viene proposta con allestimenti tali da sconsigliare anche solo una semplice strada dissestata. Con la presentazione di Tata Xenon siamo tornati un po' indietro nel tempo: incredibile ma vero, il percorso è un serio ed impegnativo (per il mezzo) fuoristrada. Il tutto per dimostrare che il nuovo pick up indiano nasce per lavorare, per essere strapazzato nelle condizioni più difficili offrendo sempre una grande affidabilità. Design europeo Il primo colpo d'occhio evidenzia una sagoma decisamente piacevole, frutto del lavoro del centro stile inglese Concept Group International. Proseguiamo la nostra analisi del modello statico e notiamo la realizzazione robusta del cassone, del roll bar, delle piastre paraurti sottoscocca in acciaio, ma anche particolari economici quali le sospensioni posteriori a balestre od i freni misti disco-tamburo. Nel complesso una vettura onesta, ben realizzata nella sua semplicità. Altri tempi Gli interni mantengono un'aria dimessa, ma non per questo disprezzabile. Le soluzioni sono semplici, adatte ad un mezzo da lavoro: i sedili hanno un'imbottitura morbida, il volante è regolabile solo in altezza, e gli elementi plastici sono di fattura discreta. Lo spazio non manca, sia nella versione con cabina singola che in quella con divanetto posteriore, coadiuvato dalla buona accessibilità dovuta alle porte con ampio grado di apertura. Semplice non significa però povero, visto che Tata Xenon offre una completa dotazione di serie. La trazione integrale ad inserimento elettrico, ad esempio, sebbene il sistema sia il più tradizionale a masse centrifughe, che si abbina alla presenza delle ridotte ed al differenziale posteriore autobloccante. Gli specchietti infine sono regolabili elettricamente, mentre la chiusura centralizzata si gestisce a distanza tramite il telecomando.